Supporti porta bebè: fasce e marsupi

supporti porta neonati

Hai mai sentito parlare dei supporti porta neonati? Di sicuro conosci già gli intramontabili porte-enfant, ma oggi ti parliamo di fasce e marsupi porta neonati un po’ particolari: un metodo comodo e alternativo a quelli più classici per portare sempre con te il tuo bambino.

E non si tratta solo di trasportare il piccolo: dietro l’utilizzo di questi accessori, infatti, c’è tutta una “filosofia del portare” che è importante conoscere per sfruttarli al meglio. Fasce e marsupi sono in grado, attraverso il contatto diretto, di rafforzare il rapporto tra genitore e figlio favorendo allo stesso tempo la corretta crescita psicofisica del bebè.

Filosofia del portare: incontro formativo

Per questo motivo, Allegri Briganti ha organizzato un incontro formativo nel suo store fisico, rivolto a tutte le mamme – e anche ai papà (ce ne saranno molti) – che vogliono saperne di più.

L’appuntamento è per sabato 22 novembre alle ore 10 presso l’outlet di Allegri Briganti: Claudia Vedovello, Istruttrice Certificata Pip, e Francesca Calori, mamma blogger e collaboratrice di Periodo Fertile, ti aspettano e sono pronte a farti conoscere tutto sulla fantastica esperienza del portare.

Vuoi qualche anticipazione?
La prima cosa che devi sapere sulle fasce è che avrai bisogno di maggiore manualità – rispetto ad esempio a un classico porte-enfant o marsupio – per prendere confidenza con esse e saperle sfruttare al meglio.

Ogni tipologia di supporti porta bebè ha le sue peculiarità, pro e contro, differenze di utilizzo a seconda della situazione: ci vorrà un po’ di impegno all’inizio, ma sarai molto soddisfatta una volta scoperto quanto la fascia semplifichi la vita delle mamme, soprattutto se hai due o tre “briganti” da gestire contemporaneamente!

Ma vediamo nel dettaglio quali fasce e marsupi la nostra Virginia Scirè ha scelto per affidabilità e alta qualità, dopo averli testati personalmente con la sua piccola Emma ed essersi confrontata con esperti del settore.

Fasce Dydimos e Osha

Tedesco il primo, scozzese il secondo, entrambi i brand hanno in comune l’attenzione all’estetica e al dettaglio, ma soprattutto alla sicurezza del piccolo.

Dydimos è nel settore da più di 40 anni e propone svariati modelli adatti a tutte le esigenze e stagioni.

Osha è un’azienda a conduzione familiare: Zoe, designer, si è interessata alle fasce per bambini dopo aver trascorso un periodo in Cina, dove la filosofia del portare vanta una tradizione millenaria.

La peculiarità di queste fasce porta bebè consiste nell’attenzione specifica ai materiali di cui sono composti: si tratta perlopiù di cotoni organici fair trade tessuti a mano, con trame studiate appositamente per sostenere il peso dei bimbi: “Tutt’altra cosa rispetto alle fasce bio che si trovano nelle fiere“, ci dice l’istruttrice Claudia.

Supporti Manduca

Anche in questo caso si tratta di un brand tedesco, che però non produce i soliti marsupi: sono, infatti, marsupi ergonomici che scaricano uniformemente su spalle e busto il peso del bambino. Per questo motivo è possibile usarli – collocandoli anteriormente, posteriormente o su un fianco – addirittura fino a quando il bambino non compie 4 anni, per un equivalente di circa 20 kg di peso.

Ti abbiamo incuriosito e vuoi saperne di più?
Dai un’occhiata alla pagina dedicata sul nostro store, e se sei vicina… ti aspettiamo questo sabato presso il nostro outlet di Castelfranco Veneto!

2 commenti su “Supporti porta bebè: fasce e marsupi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>