Come si lava una fascia portabebè rigida

La vostra nuova fascia è arrivata. Bella come il sole, desideratissima e utilissima per coccolare il vostro bebè in ogni momento della giornata…e della nottata.

Non vedete l’ora di usarla e provare le tante legature che avete memorizzato.

Bene! Allora cominciamo!

Didymos

Qui di seguito trovate le istruzioni generali per le fasce rigide in cotone:

  1. Primo step. È fondamentale controllare l’integrità della fascia, anche filo per filo se necessario. Fatela passare più volte sotto i vostri occhi e le vostre mani. Verificate le cuciture degli orli, eventuali fili tirati o difetti che potrebbero comprometterne la stabilità e la sicurezza.
    Con questo importante passaggio preliminare, in caso di difetti la casa produttrice potrà riparare o sostituire la fascia senza alcun problema.
    Una volta lavata il rimborso o sostituzione potrebbero non essere effettuati perché il danno verrebbe imputato, con elevata probabilità, ad un errore vostro nel lavaggio e/o manutenzione della fascia.
  2. Pronte davanti alla lavatrice?
    – Inserite la fascia in una federa, in questo modo eviterete che la fascia o alcuni fili possano impigliarsi nel cestello o in altri indumenti inseriti nella lavatrice.
    – Temperatura: 40°C.
    – Programma: Delicati.
    – Centrifuga: max 400 giri.
    Poco (pochissimo) detersivo ecologico liquido, senza sbiancanti ottici, senza candeggianti.
    No ammorbidente. Se desiderate potete mettere aceto o acido citrico (soluzione al 15%, 150 gr acido citrico in 1 lt di acqua) nella vaschetta dell’ammorbidente. È preferibile l’acido citrico poiché l’aceto è più inquinante e alla lunga rovina le parti metalliche della lavatrice.
    L’acido citrico aiuterà a rimuovere i residui di detersivo dalle fibre che possono compromettere l’elasticità della fascia.
  3. Stendere la fascia, e pregare che asciughi in fretta perché volete usarla al più presto.
  4. Il modo migliore per domare la vostra fascia è indossarla e portare il vostro bambino. In alternativa potete passarla tra gli anelli o intrecciarla: trovate qui un semplice tutorial.DidymosTreccia
  5. Stirare la fascia per ammorbidire ulteriormente le fibre ed aiutare ad aumentare la durata del tessuto.

– Per le fasce in canapa e lino seguire le istruzioni specifiche del produttore, ma è comunque consigliabile fare un doppio risciacquo poiché questi tessuti richiedono una maggiore quantità di acqua per essere “ammorbidite”.
Si consiglia inoltre di stirarle sempre dopo ogni lavaggio perché aiuta a prevenire la formazione di pieghe che può incidere sulla resistenza della fascia nel corso del tempo.

Speriamo di esservi state utili con questo piccolo vademecum.
Se avete altri utili suggerimenti vi aspettiamo nei commenti!

Buon Portare a voi e ai vostri bambini.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>